Castelletto ligure in scala 1:87

Castelletto ligure in scala 1:87

La progettazione è stata la fase più impegnativa ma, con l’aiuto di molte foto, ho cominciato a buttare giù le misure tenendo alcuni punti di riferimento per le proporzioni.
Una volta terminata la fase progettuale, sono passato alla costruzione usando materiali poveri e di facilissima reperibilità: compensato e cartoncino, fascette fermacavi, legnetti o stecchini d’avanzo. Gli strumenti necessari: un seghetto da traforo, una lima a sezione rettangolare e una tonda per gli archetti delle finestre, carta abrasiva, colla vinilica, stucco da muro e un bisturi.

 

Sul compensato ho riportato a matita i profili delle pareti e le aperture, succesivamente tagliate, limate nei profili e accuratamente carteggiate nelle facciate esterne. Una volta assemblate le quattro pareti principali con colla vinilica, lo stucco da muro è stato utilissimo a mascherare le giunzioni insieme a una passata finale con panno appena inumidito. Le due torrette sono state assemblate a parte, verniciate con una prima mano di bianco e incollate al resto della struttura, rinforzata intanto con listelli di legno trasversali. Sempre con un po’ di stucco, ho coperto le giunzioni torrette/struttura e una volta seccato per bene ho dato a tutto l’insieme una mano di colore.

 

Con il cartoncino ho costruito stipiti di porte, finestre, davanzali e cime dei merli. Ma anche il tetto. Una volta tagliato a misura, l’ho inciso con la punta di un ago, a imitazione della mattonelle. Una mano di vernice del colore giusto, ha rappresentato bene le mattonelle Klinker usate per rivestimenti esterni. Porte e finestre sono fatte sempre a computer, stampate, accoppiate a un foglio di acetato, tagliate con un bisturi e inserite nelle loro sedi.

 

Le persiane sono fatte con comuni fascette fermacavi, acquistate nella larghezza giusta, sagomate secondo l’occorrenza e successiamente colorate in marrone. Le fascette, tagliate in senso longitudinale, sono servite anche a rappresentare i mattoni ornamentali disposti a 45° sotto i merli.

 

 


VEDI ANCHE:

– Il Castelletto di Finale Ligure, quello vero QUI (da Panoramio)
– Il diorama dedicato
– La stazione di Finalpia Santuario
– L’abbazia di Finalpia in scala H0

Currently On My Stereo: HOLE: “VIOLET” (Watch on YouTube)