Le arcate di Milano Chiaravalle / 2

Le arcate di Milano Chiaravalle / 2

Ho cominciato a montare le vetrate dopo averle spruzzate con vernice trasparente opaca…

Nel caso delle due arcate laterali, ho provveduto a forale (circondando il foro con plasticard “bullonato”) in modo da far passare la corda portante della catenaria. Ancora non ho deciso se l’arcata stessa farà da supporto alle mensole dei binari sottostanti…

Nel frattempo ho cominciato anche ad assemblare le due tettoie frontali. Sono partito da un kit Faller al quale ho ricostruito la bordura in plasticard per dargli un aspetto simile alle tettoie della stazione di Tortona e ho sostituito tutti i pali di supporto con altri più adatti.

Ho costruito anche la tettoia laterale, proveniente anch’essa da un kit Faller ma praticamente riadattata alla bisogna.

E siccome non mi piaceva la copertura originale, l’ho rifatta con la riproduzione di lamiere ondulate un po’ irregolari, ottenute con dei fogli di alluminio delle vaschette da forno sagomate su una dima fatta con… spaghetti.

Ora sto lavorando alla copertura delle tre arcate (forse userò lo stesso sistema di lamiere ondulate) e vedrò di risolvere il problema delle tre vetrate in cima alle arcate: troppo brutte.

La puntata precedente:
Le arcate di Milano Chiaravalle / 1

La puntata successiva:
Le arcate di Milano Chiaravalle / 3

Currenly On My Stereo: WHITE LIES “HOLY GHOST”