Lumi e lumini, lumi e lumache

Lumi e lumini, lumi e lumache

Il titolo è tratto da un tomo della inesauribile biblioteca di Zio Paperone, credo che il titolo della puntata fosse “Il lume della ragione” o qualcosa del genere… Roba di 30 anni fa, però era divertente!

lampLungo il muraglione di Milano Chiaravalle ho voluto piazzare dei lampioni per illuminare il binario di servizio e un poco anche il piazzale, dato che non avevo intenzione di usare torri faro. Tempo fa, per il plastico di Finalpia avevo comprato da Magotren una serie di lampioni stradali e lampioni a cetra, che mi sembravano quelli di miglior fattura in commercio considerando il rapporto qualità/prezzo. Visto che erano inutilizzati dallo smantellamento del plastico era giunto il momento di impiegarli di nuovo.

lumi1

Ho usato le parti in eccesso dei lampioni stradali tagliandoli e ricavando così 5 lampioncini alti poco più di un paio di centimetri sulle estremità dei quali ho saldato (che fatica) i led smd. Siccome i led rimanevano troppo nudi, li ho successivamente avvolti con delle striscette di plasticard a imitazione delle calotte protettive.

lumi2

lumi3

Il problema una volta accesi era la tonalità fredda dei led. Per risolvere le cose ho usato lo stesso sistema delle luci sotto le arcate della stazione: ho dato una punta di giallo ai led e… voilà. A questo punto non ho fatto altro che verniciarli di grigio e incollarli al muraglione che nel frattempo era stato bucherellato per far passare i fili.

lumi4    lumi5

I lampioni a cetra da interbinario erano un po’ conciati e non funzionavano tanto bene, perciò sono stati resuscitati e “revampizzati” con una bella mano di vernice color alluminio, calza nera, base quadrata per facilitare l’appoggio e led ingialliti. Sul marciapiede ho piazzato anche un chiusino fatto a computer accanto a ogni lampione.

cetra1

cetra3

cetra5

cetra6

cetra4

cetra7

Visione d’insieme “serale” dell’uscita sud di Milano Chiaravalle.

cetra8

 

Currently On My Stereo: Влади и Gustavo “Глупо но класс” (Vladi e Gustavo – Silly, ma di classe)