Quattro gallerie, quattro portali

Quattro gallerie, quattro portali

È tempo di dedicarsi un po’ all’altro lato del plastico, quello dedicato al valico dei Giovi e a una parte di ferrovia litoranea ligure. Il lavoro procede piano perché nonostante non ci siano edifici dettagliati e particolareggiati come nel lato città, l’assemblaggio dei vari portali di galleria costruiti in quattro stili differenti sta richiedendo un po’ di tempo.

Le forme sono state ricavate da foto dal vivo applicate a differenti dime in cartoncino finché non ho trovato le misure e le proporzioni più soddisfacenti, soprattutto cercando di ottenete quattro risultati diversi tenendo presente che i portali della linea dei Giovi hanno aspetto e forme differenti rispetto a quelli discreti delle linee litoranee liguri. Avrei anche potuto usare i disegni quotati di alcune gallerie ma ho preferito procedere in questo modo perché l’ho trovato più veloce e non volevo farmi fermare da ostacoli inutili.

I portali sono costruiti con tecnica mista ma tutti con materiale “precotto”, ovvero principalmente cartoncino da 2 mm e vari fogli con riproduzione di pietre più o meno irregolari e con stili diversi, tutto materiale Vollmer e Heki stampato in rilievo. Ho scelto questa strada perché tra l’incisione di forex/gesso/eccetera e il cartoncino “embossed”, cioè in rilievo, il risultato finale di quest’ultimo mi ha convinto di più.

Galleria Bosco Atro:

006

007

008

Galleria Collevento:

010 011
Per l’assemblaggio ho prima irrobustito i fogli incollandoli a cartoncino più spesso (quello solito da 2 mm), poi ho accoppiato fra loro i pezzi tenendo sottomano alcune foto dei portali che volevo riprodurre, dopodiché con una serie di lavaggi con vari colori Humbrol opachi molto diluiti ho cercato di uniformare i colori e le colate di sporco. Ho aggiunto anche tutto il sistema dei canali di scolo delle acque che normalmente corrono alla base dei portali, dettaglio quasi sempre dimenticato… Tutto rigorosamente in cartoncino.

Il coronamento in mattoni proviene da fogli di plasticard dell’inglese già nota Slater’s Plastikard lavorati a cutter per seguire la conformazione dell’imboccatura tranne per la galleria Falene dove l’imboccatura è in cartoncino. Ho usato lo stesso foglio di mattoni anche per il rivestimento interno a volte mischiandolo a cartoncino stampato e anche in questo caso sono passato alla verniciatura con diverse tonalità di marrone e arancione per cercare di dare un effetto mattone convincente prima della sporcatura.

003

Galleria San Donato:

001 002

Galleria Falene:

012 013

I dettagli aggiuntivi sono realizzati con vari materiali: le canaline a terra e i camminamenti sono in cartoncino, le canaline a parete sono fatte in plasticard a sezione quadrata con la riproduzione degli agganci sempre in plasticard (tutto materiale della Evergreen). I cavi che spuntano e si appendono alle pareti delle gallerie sono pezzi di fil di ferro da 0.3 mm e le targhe con i nomi sono fatte a computer. A proposito di queste ultime, si è reso necessario dare un nome alle gallerie prima di procedere: Collevento, Bosco Atro per le gallerie dei Giovi e San Donato e Falene per la litoranea.
Le reti di protezione provengono dall’assortimento Linea Model ma sono state modificate, tagliate & cucite e sagomate a seconda del caso, del resto come ogni cosa.

014 009 004

005

Nessun portale è ancora finito, c’è ancora un sacco di lavoro da fare prima di fissarli e procedere con la vegetazione…

Currently On My Stereo: DAVID BOWIE “LIFE ON MARS”