Magazzini Raccordati

Magazzini Raccordati

Per rendere vivace la bordura del plastico e per non avere un taglio netto tra ferrovia e fine plastico, ho pensato di riprodurre una parte di quelli che a Milano sono conosciuti come Magazzini Raccordati e si possono vedere percorrendo le Vie Sammartini e Ferrante Aporti.

mag_02

mag_03

mag_01 

Composti da 126 magazzini, si estendono per tutta la lunghezza del piazzale della stazione di Milano Centrale e si trovano… al di sotto. In buona sostanza rispetto al piano strada l’intero piazzale della stazione è sopraelevato e sotto di esso ci sono dei magazzini che si estendono fin sotto alla stazione stessa, trasformandosi un una vera e propria città nascosta fatta di stanze, stanzoni, corridoi e viali tutti collegati. Un vero e proprio mondo che veniva usato fino al 1991 per movimentare merci scaricate dai camion e caricate su vagoni che venivano successivamente portati “al piano di sopra” tramite grossi ascensori per partire verso tutta Italia ed Europa. Esattamente il contrario di quanto accade oggi.
Luogo dove trova posto anche il tristemente famoso “Binario 21” (chiamato così perché si trova al di sotto di quello che al giorno d’oggi è il binario 21) dove venivano caricati i carri dei treni per Auschwitz.

mag_04
La pianta qui sopra è presa dal forum Skyscrapercity.com

mag_06 mag_09

La storia racconta che i Magazzini furono costruiti anni prima della realizzazione dell’attuale Stazione Centrale e avevano la caratteristica di essere tutti collegati tramite un raccordo ferroviario, ecco perché si chiamano Magazzini Raccordati. Vennero inaugurati nel 1914, poco prima che i lavori subissero un fermo a causa della Prima Guerra Mondiale, prima,  e della carenza di fondi nel dopoguerra, dopo.
Ma non voglio dilungarmi troppo con la storia perché cercando con Google saltano fuori molte più informazioni.

mag_05

Modellisticamente parlando visto che le facciate hanno un aspetto modulare e ripetitivo, non avevo nessuna intenzione di costruire l’intera serie, sarebbe stato un lavoraccio lungo e noioso, perciò ho “scomposto” i pezzi e armato di cartoncini vari e plasticard mi sono costruito dei master nella misura che mi occorreva dai quali ho ricavato delle matrici in gomma siliconica (la solita GLS-50 Prochima).
Questa è la bozza che mi è servita come riferimento per le misure:

mag_00

mag_11

mag_12mag_13mag_14mag_15mag_16mag_17

Come sempre mi succede quando si tratta di usare la resina, mi sono lasciato prendere la mano e invece di realizzare il numero di moduli che mi serviva, ne ho colati quasi il doppio…

mag_18mag_19

Vorrei aprire completamente un modulo con arco per far posto a una strada che passa sotto i binari ma non ho ancora deciso quale… seguiranno sviluppi.

I MAGAZZINI, QUELLI VERI:

Gruppo FAS per la valorizzazione dei Magazzini Raccordati

FAI, i Luoghi del Cuore Magazzini Raccordati della Stazione Centrale di Milano

LE PUNTATE SUCCESSIVE:

Magazzini Raccordati / 2

Magazzini Raccordati / 3

 

Currently On My Stereo: MARILLION “SUGAR MICE”